Al via il progetto scuole regionale con gli alunni della IB di Sant’Angelo di Piove di Sacco

Al via il progetto scuole regionale con gli alunni della IB di Sant’Angelo di Piove di Sacco
Per parlare di bonifica e sicurezza idraulica a 50 anni dall’alluvione del 1966


Il Consorzio di bonifica Bacchiglione ieri ha vestito i panni dell’insegnate per un giorno. Incontrando gli alunni della I B della scuola secondaria di I grado di Sant’Angelo di Piove, ha dato il via al progetto “Acqua, ambiente  e territorio. Alla scoperta del meraviglioso mondo dell’acqua”. Un’iniziativa promossa da Anbi Veneto in collaborazione con i dieci consorzi di bonifica del Veneto, che coinvolgerà in tutto 400 ragazzi di dieci istituti comprensivi regionali.
«Un’iniziativa importante non solo per far conoscere ai ragazzi l’attività del Consorzio di bonifica, ma anche far loro scoprire il territorio in cui vivono e la sua storia. Ma soprattutto per educarli a temi come la sicurezza idraulica e il rispetto dell’ambiente». Commenta così il progetto Paolo Ferraresso, presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione, che incontrerà gli studenti in occasione della visita all’idrovora di Santa Margherita di Codevigo. Sicurezza idraulica e rischio idrogeologico sono stati infatti i temi della lezione inaugurale durante la quale si è ricordata anche la grande alluvione del 1966, che coinvolse direttamente Sant’Angelo e tutta la zona del Piovese.
Il progetto ha carattere multimediale, continuerà infatti con dieci ore di laboratorio in cui gli studenti, guidati dal formatore pubblicitario Tommaso Ferronato, creeranno un libro fotografico dal carattere documentario sui temi della bonifica. Oltre al progetto regionale intrapreso in collaborazione con Anbi Veneto, il Consorzio Bacchiglione tornerà fra i banchi di scuola con una diversa iniziativa per incontrare anche gli alunni della scuola primaria di Sant’Angelo di Piove e di altri istituti padovani.