NUOVI LAVORI PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLO SCOLO CORNIO VECCHIO - PROGETTATO IL RIFACIMENTO DEL PONTE DI PREMAORE


Padova, 30 novembre 2018. Partiranno, lunedì 3 dicembre, i lavori di rifacimento e adeguamento del ponte nella località Premaore, nel comune di Camponogara, da parte del Consorzio di bonifica Bacchiglione. L’intervento, finanziato mediante un accordo sottoscritto dalla Città Metropolitana di Venezia, dai comuni di  Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Dolo, Fossò, Strà e Vigonovo e dal Consorzio Bacchiglione, permetterà di migliorare il deflusso delle acque lungo lo scolo Cornio Vecchio. Per permettere la realizzazione dei lavori le vie Cornio, Sopra Cornio e Dante Alighieri nel comune di Camponogara rimarranno chiuse per circa un mese.

Il progetto consisterà, dopo l’eliminazione della strozzatura costituita dal ponte esistente, nella posa di scatolari in calcestruzzo che andranno ad ampliare la sezione idraulica, mantenendo però l’attuale larghezza della sede stradale. Si procederà poi al rifacimento della sponda, attraverso la posa di pali in legno e sassi, a monte e a valle del manufatto. Infine si provvederà alla realizzazione del manto stradale, alla posa delle barriere laterali e alla realizzazione della segnaletica.

«Grazie alla sinergia tra le forze dei comuni, della Città Metropolitana di Venezia e del Consorzio Bacchiglione possiamo dare il via alla realizzazione di questo progetto così importante. L’intervento, infatti, si colloca – afferma il Presidente del Consorzio Bacchiglione, Paolo Ferraresso – all’interno del processo di messa in sicurezza dell’area della Riviera del Brenta. E’ un altro successo frutto della tenacia e della collaborazione tra gli enti».

Una prima parte del progetto complessivo è già stata eseguita grazie all’opera di miglioramento del deflusso delle acque nella località dei Vasi di Bojon, nel comune di Campagna Lupia. Questo secondo intervento permetterà di risolvere i problemi di sofferenza idraulica della zona che si stanno verificando a seguito dei frequenti eventi meteoritici di eccezionale intensità. Il finanziamento per l’esecuzione dei lavori è di 70.000 euro ed è stato ottenuto grazie alla coalizione dei comuni interessati.