08 giugno 2016

Predisposta l’installazione di due pompe elettriche a Stra

Per far fronte all’abbassamento dei livelli del Brenta, dovuti ai lavori del Genio Civile sulla briglia di Stra, il Consorzio di bonifica Bacchiglione ha predisposto l’installazione di due pompe elettriche a Stra in alternativa della derivazione “Galta”  per garantire l’irrigazione ai territori della Riviera del Brenta e dei Comuni limitrofi per tutta la stagione estiva.
«L’acqua per gli agricoltori è assicurata – afferma il Presidente del Consorzio Bacchiglione, Paolo Ferraresso  –.  Avevamo adottato questa soluzione anche l’anno scorso, è l’unico modo per risolvere l’abbassamento del livello che la Regione è costretta a tenere per eseguire i lavori».
L’abbassamento del livello del fiume Brenta, infatti, impedisce al sifone di Galta di funzionare togliendo di conseguenza l’acqua alle zone della Riviera del Brenta. «La stessa situazione si era presentata anche l’anno scorso – continua Ferraresso –. In sostituzione del sifone il Consorzio ha installato due pompe elettriche che prelevano l’acqua dal Brenta. Nella scorsa stagione estiva invece avevamo messo una pompa elettrica e una alimentata da un motore diesel, che richiedeva però molta manodopera».
L’intervento consentirà, dunque, di portare l’acqua per l’agricoltura nel territorio dei Comuni di Stra, Dolo, Camponogara, Fossò e Campolongo per tutta la stagione estiva. «Al momento l’irrigazione non è ancora iniziata, ma tutto è predisposto per far fronte alle future necessità» conclude il Presidente.