26 gennaio 2018

Altipiano, più sicurezza idraulica e salvaguardia ambientale per la Saccisica

Abbassamento del fondo e difesa delle sponde: i lavori di ricalibratura del canale Altipiano procedono nel rispetto dei tempi previsti. L’intervento di salvaguardia ambientale che porterà anche un sensibile miglioramento per la sicurezza idraulica della Saccisica interessando i comuni di Codevigo, Arzergrande, Correzzola, Piove di Sacco, Pontelongo, Campagna Lupia, Brugine e Polverara, ha avuto inizio a ottobre dello scorso anno e sarà finito entro aprile 2018.

«Ormai siamo a metà dell’opera e posso affermare con soddisfazione che i lavori stanno continuando nei tempi e con i risultati previsti – afferma Paolo Ferraresso, Presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione -. È già stato realizzato un aumento di invaso importante che permetterà anche ai comuni a monte rispetto al tratto in cui stiamo lavorando di godere di un nuovo beneficio. L’escavo dell’alveo a valle consente infatti all’acqua di scendere in modo più regolare». 

Si tratta di un’opera dal valore complessivo di 7 milioni di euro finanziati dalla Regione Veneto con fondi per il disinquinamento della laguna di Venezia. La salvaguardia ambientale è, infatti, la prerogativa dell’opera che, attraverso un aumento degli invasi e la rinaturalizzazione delle sponde, favorirà la riduzione delle sostanze nutrienti, azoto e fosforo, sversate in laguna. L’allargamento della sezione del canale e la realizzazione di sponde con minore pendenza migliorerà la sicurezza idraulica di un bacino esteso più di 6.000 ettari.

Aggiornamento dei lavori: giunti a metà del calendario, la fase di escavo è stata eseguita quasi per il 50%. Le operazioni continuano esclusivamente su via Adige, sul lato sinistro del canale, senza interessare la strada principale e riducendo così i disagi per il traffico. È già stato completato l’intervento sul tratto finale che va  dal sostegno Muneghe al manufatto Botti e si darà prossimo avvio alle opere di presidio spondale.