26 maggio 2014

4 MILIONI DI EURO PER LA SALVAGUARDIA IDROGEOLOGICA DI SOTTOMARINA

Inaugurati dal Consorzio di Bonifica Bacchiglione, conclusi in anticipo rispetto ai tempi previsti, gli interventi affidati al consorzio nell’ambito del programma per il disinquinamento del bacino del Lusenzo.

Un’importante opera, inaugurata questa mattina alla presenza dell’Assessore Renato Chisso (Assessore alle Infrastrutture e alle Politiche della Mobilità Regione del Veneto) e di Mariano Carraro (Commissario delegato per l’emergenza idraulica 2007), di Carlo Alberto Tesserin (consigliere regionale del Veneto), dell’Assessor Mantovan (Comune di Chioggia ), di Eugenio Zaggia e ing. Francesco Veronese (Presidente e Direttore del Consorzio di bonifica Bacchiglione) proprio nel sito dei lavori (Impianto idrovoro, via Foscarini, Chioggia).

Il programma dei lavori previsti dall’Accordo di Programma sottoscritto fra Commissario Delegato per l’emergenza idraulica di settembre 2007, Magistrato alle Acque di Venezia, Ministero dell’Ambiente, Regione Veneto, Veritas , Comune di Chioggia e Consorzio di bonifica Bacchiglione, prevede una serie coordinata di interventi a Sottomarina con l’obiettivo del disinquinamento della laguna del Lusenzo attraverso la riqualificazione della intera rete idraulica per consentire la riduzione dell’attuale condizione di rischio di allagamento e di salvaguardia ambientale, per un investimento complessivo di 22 milioni di euro di cui oltre 10 milioni di euro finanziati dal Ministero dell’Ambiente.

L’opera realizzata dal Consorzio di bonifica Bacchiglione, costata circa 4 milioni di euro (800.000,00 € in prefinanziamento da parte del Consorzio) consiste in 2 interventi principali: la realizzazione di un nuovo canale di bonifica e il potenziamento – ampliamento dell’attuale impianto idrovoro di Brondolo, in modo da garantire il deflusso delle acque piovane verso il fiume Brenta (e quindi direttamente nel mare Adriatico) invece che nella Laguna del Lusenzo come avveniva fino ad oggi. Il nuovo canale di scolo, della lunghezza di 2 km, segue il tracciato della nuova viabilità prevista dal Piano Regolatore Generale del Comune di Chioggia (nel Parco degli Orti) situandosi a sud –ovest di Sottomarina, al di fuori dall’area residenziale, partendo dall’area dei campeggi per confluire nella zona di Brondolo.

Il potenziamento dell’impianto idrovoro ha permesso l’ampliamento dell’ esistente impianto idrovoro di Brondolo - che si trova lungo l’argine sx del Brenta, vicino a via Foscarini - attraverso il posizionamento di 4 pompe idrovore di 1,5 m³/s che, aggiungendosi alle due pompe già installate, consentiranno infatti di sollevare (e scaricare nel fiume Brenta) un totale di 6.600 litri di acqua al secondo.

La configurazione del nuovo canale del Lusenzo, con l’inserimento laterale di golene lungo la quasi totalità della lunghezza del collettore e di un bacino di fitobiodepurazione, consentirà sia di aumentare la capacità di invaso del collettore sia di garantire la massimizzazione del beneficio ambientale atteso poiché l’aumento dei tempi di residenza delle acque favorisce infatti i naturali processi di fitobiodepurazione, con consistente diminuzione degli apporti di nutrienti (soprattutto azoto) che attualmente invece vengono riversati in laguna, a vantaggio dell’intero ecosistema lagunare.