04 giugno 2014

Presentazione Scene di Paglia 2014 - Festival dei casoni e delle acque

Anche il Consorzio Bacchiglione parteciperà alla VI edizione di “Scene di Paglia – Festival dei casoni e delle acque”, in programma dal 26 giugno al 6 luglio 2014, in 11 luoghi tra Saccisica e Conselvano, con la direzione artistica di Fernando Marchiori.

La serata finale del festival - domenica 6 luglio -  avrà come scenario l’impianto idrovoro di Santa Margherita di Codevigo, impianto storico costruito nel 1888 ma tuttora attivo ed indispensabile per il territorio.

“Il programma di questa stagione spazia dai nomi di Tiziano Scarpa, César Brie e Teatro Presente, all’allestimento speciale di un fortunato spettacolo di Balletto Civile e a un approfondimento dedicato al teatro di figura con Gigio Brunello e Marta Cuscunà, fino a un tuffo nella tradizione artigiana veneziana con Eleonora Fuser. Filo conduttore del festival è il tema del “Faccia a Faccia”: quello cercato – nonché obbligato – tra attore e spettatore, così come il confronto sui temi sociali e di attualità a cui il programma presta un occhio di riguardo (il fine vita, la violenza di genere, l’affido familiare, la questione giovanile, le diverse abilità), trattandoli sia in modo serio che con ironia e leggerezza.

Mercoledì 4 Giugno, ore 11.30, presso la Sala dei Melograni del Municipio di Piove di Sacco, si terrà la conferenza stampa per la presentazione del Festival 2014.

Nel pomeriggio, inoltre, alle 15.30, presso il Centro di Arte e Cultura di Piove di Sacco, Scene di Paglia rifletterà su se stesso:  “Cos’è stato Scene di paglia in questi anni? Cos’ha rappresentato? Cos’ha significato? E come sta cambiando, che cosa potrebbe diventare? Organizzatori e protagonisti del festival, amministratori e collaboratori, giornalisti e studiosi s’incontrano pubblicamente per scambiare sguardi e riflessioni sull’esperienza del festival e sulle sue prospettive future: faccia a faccia”

L’edizione 2014 del Festival, che mette in rete sette Comuni della provincia di Padova (Arzergrande, Brugine, Codevigo, Conselve, Piove di Sacco, Pontelongo, Sant’Angelo di Piove di Sacco) e uno di quella di Venezia, con Campolongo Maggiore, rafforza così lo stretto legame fra il teatro e l’unicità del territorio, dei suoi luoghi e delle sue tradizioni. Questo legame diventa speciale anche grazie al dialogo con i residenti che si concretizza nei partecipati momenti di incontro post-spettacolo tra spettatori, artisti e abitanti del luogo, aprendosi però, grazie alla qualità della proposta e alla straordinaria bellezza dei luoghi (casoni di campagna e di barena, barchesse, parchi, argini, golene, piazze, scuderie e anche un’idrovora, quella di Santa Margherita) anche a un pubblico più vasto, in una prospettiva regionale e nazionale.”

info:
http://scenedipaglia.net/


allegato1401347574.jpg

jpg, 88 KB