Stop agli allagamenti a Ponte San Nicolò. Realizzati due interventi sulla maglia idraulica territoriale per garantire la sicurezza della zona.

Ponte San Nicolò, 16 luglio 2020. Risolte le criticità nell’area compresa tra via Sant’Urbano e via Magenta a Ponte San Nicolò, grazie a due interventi del Consorzio Bacchiglione per la messa in sicurezza della zona. I lavori hanno previsto la realizzazione di un impianto di sollevamento, di una condotta e il ripristino delle arginature in due tratti di fossatura a cielo aperto. L’ultimazione dell’intervento prevede l’asfaltatura del tratto di via Magenta.

La prima fase dei lavori ha previsto la pulizia e la rimozione della vegetazione lungo le sponde, lo scavo dei fossati per rendere le quote idonee allo scarico nello scolo Orsaro, la realizzazione delle riprese spondali e di un impianto di sollevamento con l’installazione di due pompe.

In corso d’opera sono emerse nuove problematiche che hanno portato a una fase successiva, in cui è stato realizzato il potenziamento dell’impianto con l’aggiunta di una terza pompa e la realizzazione di una condotta interrata con pendenza regolare, parallela a quella esistente, per permettere il regolare deflusso delle acque meteoriche nello scolo Orsaro.

«Grazie al protocollo d’intesa tra il Comune di Ponte San Nicolò e il Consorzio Bacchiglione abbiamo potuto realizzare questo intervento di manutenzione straordinaria sulla maglia idraulica territoriale, fondamentale per mettere in sicurezza l’area soggetta a frequenti allagamenti – dichiara il Presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione Paolo Ferraresso –. La zona versava in uno stato di quasi totale abbandono e l’ostruzione delle condotte non permetteva il regolare deflusso dell’acqua. Inoltre abbiamo provveduto a creare delle sezioni nelle fossature a cielo aperto per permettere l’invaso dell’acqua, utile all’irrigazione dei campi circostanti».

Per la conclusione dei lavori si dovrà attendere il naturale abbassamento e assestamento del terreno in via Magenta. Poi verranno ripristinate le porzioni mancanti e si potrà procedere con l’asfaltatura del tratto stradale, evitando così il verificarsi di possibili cedimenti. Il Consorzio di bonifica Bacchiglione prenderà in gestione la manutenzione delle fossature interessate dagli interventi.