16 dicembre 2020

Riviera del Brenta: al via i lavori della nuova area umida di Dolo



Riviera del Brenta, 15 dicembre 2020. Sono iniziati i lavori per la realizzazione dell’area umida di Dolo da parte del Consorzio di Bonifica Bacchiglione. L’intervento si inserisce all’interno del progetto di “Ottimizzazione della gestione delle acque irrigue nella Riviera del Brenta”, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole con fondi europei del PSRN 2014 – 2020. Sono previsti, inoltre, 27 interventi di automazione e telecontrollo di paratoie e manufatti idraulici, in sette comuni della Riviera del Brenta, tra le province di Padova e Venezia (Piove di Sacco, Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Dolo, Fossò e Stra).

Nel progetto è prevista la costruzione dell’area umida di Dolo, per un’estensione di 36.600 m², lungo lo scolo Brentoncino. Avrà il compito di immagazzinare le acque per permettere alle piante elofite, poste all’interno dell’area, di depurarle. La sosta prolungata delle acque permetterà di ridurre la presenza di sostanze come azoto e fosforo che risultano dannose per l’ecosistema della laguna. Prevista, inoltre, la ricalibratura e l’ampliamento della sezione dell’alveo dello scolo II Diramazione Brentoncino in comune di Camponogara, garantendo un maggior invaso delle acque per favorire la fitodepurazione delle acque e il miglioramento della sicurezza idraulica della zona.

«Stiamo realizzando un intervento di grande valenza sia dal punto di vista ambientale, sia per quanto riguarda la sicurezza idraulica e una migliore gestione dell’acqua durante la stagione irrigua. L’agenda 2030 ci invita a puntare a una maggiore tutela dell’ambiente e alla sostenibilità nella gestione delle risorse naturali, come cerchiamo di fare con interventi di questo tipo – afferma il Presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione Paolo Ferraresso-. La fitodepurazione, la realizzazione di nuovi invasi, l’efficientamento delle opere di regolazione delle acque irrigue porteranno a una riduzione degli sprechi e a un miglioramento del servizio».

Il progetto si è posizionato al settimo posto nella graduatoria nazionale, ottenendo un finanziamento complessivo  di 4.550.000 euro, di cui circa un milione di euro per i lavori riguardanti l’area umida di Dolo e lo scolo II Diramazione Brentoncino a Camponogara.