Interventi nel bacino Colli Euganei

Il Presidente Ferraresso esorta al sostegno e alla collaborazione da parte di tutti per ottenere i finanziamenti del “Recovery fund”


Padova,13 aprile 2021. Necessaria la collaborazione di tutti per l’assegnazione dei finanziamenti. A seguito dell’incontro riguardante gli interventi per la “Realizzazione di invasi multi obiettivo nel bacino Colli Euganei” con i Sindaci degli undici Comuni, il Consorzio Bacchiglione chiede ora un’attiva collaborazione da parte di tutti per ottenere il risultato prefissato. I lavori rientrano negli obiettivi previsti dall’agenda 2030, migliorando il territorio da molti punti di vista.

L’incontro si è concluso con un esito positivo. Il progetto ha ottenuto l’appoggio di tutte le amministrazioni e un generale apprezzamento. Gli interventi sono stati pensati ricalcando i punti previsti dall’agenda 2030 che riguarda anche l’attività dei Consorzi di bonifica. Gli invasi sono definiti multi obiettivo perché avranno una funzione dal punto di vista ecologico, della sostenibilità ambientale, del paesaggio, della gestione delle acque in eccesso e del miglioramento della qualità delle stesse, del contrasto ai cambiamenti climatici, per un’agricoltura di qualità, per lo spegnimento degli incendi boschivi e per la fruizione turistico-ricreativa. L’obiettivo è realizzare opere a favore del territorio, in sinergia con tutte le Amministrazioni interessate.

«Sono molto soddisfatto dell’accoglienza ricevuta dalle Amministrazioni comunali per questo progetto così lungimirante, un connubio tra la necessità di mettere in sicurezza idraulica il territorio del bacino Colli Euganei e la funzione ecologica e paesaggistica – afferma il Presidente del consorzio di bonifica Bacchiglione Paolo Ferraresso-. Per questo rivolgo un sentito appello a tutte le Amministrazioni coinvolte di sostenere e appoggiare questa iniziativa a tutti i livelli istituzionali, regionali e statali, in modo da ottenere l’assegnazione del finanziamento degli interventi. C’è bisogno del contributo di tutti per raggiungere questo importante risultato».

La spesa complessiva per la realizzazione degli interventi è di trenta milioni di euro. Unico progetto presentato dal Consorzio di bonifica Bacchiglione alla Regione del Veneto per ottenere il finanziamento con i fondi del “Next Generation EU” (“Recovery Fund”).